Vino dolce

I vini da dessert sono vini dal forte aroma, dall'alta gradazione alcolica o dall'elevato tasso di zuccheri. Idealmente coniugano più di una di queste qualità. A grandi linee i vini da dessert si possono suddividere in tre categorie: - Uve aromatiche come il "Traminer aromatico" ed i vini moscati, dove i grappoli vengono raccolti molto tardi. L'aroma del vino risulta molto concentrato ed anche la gradazione alcolica sale fino a raggiungere il 15% Vol. I tassi di zucchero residuale possono essere più o meno alti. - "Trockenbeerenauslesen" (Germania), "Ausbruch" (Austria), "Strohweine" o vini passiti (Italia) sono vini, dove le uve vengono seccate prima della vinificazione. Nelle prime due categorie questo avviene ancora sulla vite con l'aiuto della botrite. Le uve per i vini da dessert italiani invece vengono seccati dopo la coltura sulla paglia. Il risultato sono vini dal colore intenso, alto tasso zuccherino ed aroma concentrato. La gradazione alcolica è compresa tra il 10 e 14% Vol. Spesso la gradazione alcolica viene indicata con una formula + (es. 10+6% Vol.), dove la cifra dopo il segno + sta per indicare la gradazione alcolica, se lo zucchero residuale andasse in fermentazione. L'informazione per il consumatore è la seguente: più alta la cifra dopo il + e più dolce è il vino. - Il terzo gruppo comprene i Marsala, Malaga, Sherry e Port. Si tratta di vini la cui conservazione avviene aggiungendo alcool. Hanno più o meno zucchero residuale ed una gradazione alcolica tra il 17 ed il 22% Vol. Originari in zone molto calde, l'aggiunta di alcool è l'unica maniera per conservare i vini.
Pagina 1 di 2
Articolo 1 - 15 di 26